Ansia e invecchiamento

(AGI) – Washington, 13 lug. – Essere troppo ansiosi potrebbe anche far invecchiare piu’ velocemente. Uno studio condotto dai ricercatori del Brigham and Women Hospital ha mostrato che una comune forma di ansia, nota come ‘ansia fobica’, e’ associata con telomeri piu’ corti nelle donne di mezza eta’ e anziani. Lo studio, dunque, suggerisce che l’ansia fobica potrebbe essere un possibile fattore di rischio per l’invecchiamento accelerato. La ricerca e’ stata pubblicata sulla rivista ”PLoS ONE”. I telomeri sono proteine complesse che si trovano alle estremita’ dei cromosomi. La loro funzione e’ proteggere i cromosomi e l’informazione genetica contenuta nelle loro estremita’ dal degrado che si verifica durante la divisione cellulare. I telomeri sono considerati indicatori di invecchiamento biologico o cellulare: telomeri piu’ corti sono stati associati a un aumentato rischio di tumori, malattie cardiache, demenza e mortalita’. Nel nuovo studio, i ricercatori hanno prelevato campioni di sangue da 5.243 donne, di eta’ compresa fra 42 e 69 anni, che partecipavano al Nurses Health Study. Gli studiosi hanno poi analizzato la lunghezza dei telomeri: un alto livello d’ansia fobica e’ stato associato significativamente a telomeri piu’ corti. Tendenzialmente, le donne altamente fobiche avevano, biologicamente, sei anni in piu’, rispetto alla loro eta’ anagrafica. “Questo studio mostra una connessione tra una comune forma di stress psicologico e un meccanismo legato l’invecchiamento precoce”, ha commentato Olivia Okereke, che ha condotto la ricerca.